Ratti in casa: quando sono un problema

ratti in casa

Chi vive in aperta campagna riceve spesso le visite dei piccoli topi di campagna, che in genere tendono a non fermarsi all’interno delle abitazioni; quando invece si vive in città anche un’unica occasione in cui si notano le tracce della presenza di un ratto dovrebbero farci contattare il servizio di disinfestazione, come ad esempio quello che si trova a questa pagina https://disinfestazioni.roma.it/.

I topi in città

I ratti sono degli animali opportunisti, che amano vivere vicino all’uomo. Le grandi città ospitano spesso enormi colonie di ratti, che vivono nei pressi delle reti fognarie, da cui hanno accesso a qualsiasi abitazione.

Generalmente le discariche, le reti di scarico delle abitazioni, le zone in cui si depositano i rifiuti, sono le zone predilette dai topi; quando però la popolazione tende ad aumentare di numero, soprattutto in particolari stagioni, i piccoli animali tendono a spostarsi verso altri lidi, approdando spesso dentro le case.

I luoghi prediletti sono in genere le vecchie case, perché in molti casi offrono maggiori ripari in cui costruire le tane: intercapedini, controsoffittature, luoghi in cui le mura sono rotte o crepate. I topi però si possono annidare ovunque, anche in abitazioni di nuova costruzione, ovunque trovino spazio sufficiente ad annidarsi.

Purtroppo quando si vede un singolo topo, o i resti delle sue deiezioni, è possibile che l’infestazione sia già in atto da tempo, quindi conviene contattare rapidamente dei professionisti del settore.

Evitare il fai da te

Sono millenni che i topi vivono vicino all’uomo, questo è possibile anche grazie alla loro elevata capacità di sopravvivenza. Per questo motivo è sempre conveniente ricorrere al servizio di derattizzazione da parte di un esperto del settore.

Questo per diversi motivi. Prima di tutto il derattizzatore conosce in modo approfondito la problematica, quindi sarà in grado di comprendere, dopo un rapido sopralluogo, quali sono le zone della casa in cui i ratti possono aver costruito le loro tane. Inoltre questi professionisti hanno accesso a prodotti specifici per la derattizzazione, che il pubblico non può acquistare. I prodotti più innovativi permettono di debellare il problema rapidamente, senza lasciare residui pericolosi.

La derattizzazione spesso necessita di alcune settimane per poter essere effettuata in modo accurato; il derattizzatore infatti si preoccuperà di posizionare delle trappole nei punti critici, verificandone il funzionamento nel corso dei giorni successivi. Si può valutare anche l’utilizzo di esche avvelenate, avendo però cura di porle in zone inaccessibili agli animali domestici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *