Close
BIO Bistrot

Approfondimenti BIO e non solo

Thursday, Apr 18, 2019
origine dei Tarocchi

Storico strumento di cartomanzia, ancora oggi largamente utilizzato in tutto il mondo, quello dei Tarocchi è un vero e proprio mito carico di mistero… a cominciare dalle origini! Per saperne di più abbiamo domandato agli esperti di Esotericus, uno dei siti internet italiani leader in questo settore, di svelarci qualcosa in più sui tarocchi e sulle loro specifiche provenienze.

Abbiamo così scoperto che la storia dei Tarocchi, antica e affascinante, ha effettivamente accompagnato l’evoluzione delle culture, a sua volta modellandosi e fondendosi con loro. Proprio per questo motivo è lecito affermare che l’origine dei Tarocchi non è certa, poiché è estremamente remota nel tempo, e perché esistono diverse teorie.

Stando a quanto suggeriscono le teorie più accreditate, i Tarocchi, come li conosciamo oggi, hanno origini medievali. Da quel momento in poi, nei secoli, i Tarocchi non sono cambiati molto, rimanendo sempre perfettamente validi per i propri fini esoterici. Non tutti, però, sembrano essere d’accordo con tale approccio: secondo alcune altre teorie, infatti, le radici dei Tarocchi affondano più profondamente nell’antichità, risalendo a diversi secoli prima dell’epoca medievale e, pertanto, contribuendo a rendere ancora più misteriosa la loro provenienza. In fin dei conti, è proprio l’enigma irrisolto della genesi dei Tarocchi a contribuire in maniera ancora più intensa all’intrinseca aura di mistero di queste carte!

Introdotto ciò, e rivolgendo pertanto la nostra attenzione alle teorie più remote nel tempo, una prima ipotesi è quella che fa risalire i Tarocchi al XXII secolo a.C., in Egitto. Secondo questo approccio, i Tarocchi deriverebbero direttamente dai geroglifici del Libro di Thoth e rappresenterebbero una sintesi di conoscenza e di religione egiziana. I Tarocchi sarebbero pertanto un alfabeto geroglifico e numerico originariamente riservato ai sommi sacerdoti, in grado di esprimere una saggezza universale primordiale, da cui si sono evolute le diverse culture e religioni.

Altro approccio lega l’origine dei Tarocchi a XI secolo a.C., in Cina. Per questa ipotesi i Tarocchi condividerebbero varie analogie con I Ching, il libro contenente l’antica saggezza cinese che risale a più di 3000 anni fa. Il disegno casuale di 64 esagrammi dell’I Ching è di fatti usato come strumento tradizionale di divinazione, e il fatto che le carte da gioco, la carta e la stampa siano invenzioni cinesi conferisce una probabile credibilità alla teoria seconod cui le origini più lontane dei Tarocchi potrebbero proprio essere cercate in Cina.

Un’altra teoria nostrana fa infine risalire l’origine dei Tarocchi al XV secolo d.C., in Italia. Secondo tale teoria i Tarocchi ebbero origine probabilmente nell’Italia settentrionale, alla corte di Filippo Maria Visconti – duca di Milano – nella prima metà del Quattrocento. Si tratta di un approccio tutt’altro che campanilistico: questa teoria è infatti supportata dal ritrovamento di vari mazzi di carte, da numerose citazioni in documenti quattrocenteschi e da registri di corte, e dall’uso di abiti tipicamente italiani sulle carte.

Insomma, forse l’origine dei Tarocchi è lontana nel tempo e nello spazio o… forse è molto più vicina di quanto si possa immaginare, e basta guardare al Nord Italia per scoprirlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *